“L’INCOMPRESO PUSILLANIME”

LO SAI CHE L’ODIO CRESCE DENTRO COME ERBA CATTIVA? QUANDO TI SPECCHI…. COSA VEDI? UN ESSERE RANCOROSO…SORDO E CIECO CHE PARLA DA SOLO. UNA MOGLIE INFELICE. UNA MADRE ANAFFETTIVA. UNA STATUA DI GHIACCIO CHE PIANGE SULLE OCCASIONI MANCATE, SULLA GIOVENTU’ NON VISSUTA. INCAPACE DI RAPPORTARSI CON CHIUNQUE. TUTTI TI EVITANO, ANCHE LA PROGENIE. SOLO ILContinua a leggere ““L’INCOMPRESO PUSILLANIME””

“E’ FREDDO….”

E’ freddo, qui, ora. Se salisse la rabbia, come energia pura, sentirei qualcosa. Invece è freddo, qui, ora. Se potessi leggere dentro di me, ma sono cieca e non vedo nulla. E’ freddo, qui, ora. Se potessi liberarmi da questo involucro soffocante, ma è una corazza indistruttibile. E’ freddo, qui, ora. Se potessi abbracciarmi, maContinua a leggere ““E’ FREDDO….””

La testa va in pezzi Il corpo si deforma La morte si avvicina. Prosciugata, arida come un deserto. Guardo la luna così lucente e vera. Piango pensando a te, dove sarai? Avrai freddo? Chi si occupa di te? Perché sei voluto andare via? Come consolarsi? Mi hai lasciato qui, in questo posto maledetto, a sopravvivere. Io …. che non volevo vivere.

Ciao, eccomi qui… se è possibile scrivere qualcosa…non sono sicura di volerlo. Tutto scivola via come acqua che scorre… Tutta la mia voglia di vivere si è spenta da tempo, non c’è cosa che mi intrighi o persona che m’incuriosisca. Ogni cosa è già vista, ogni frase scontata. Niente vale uno sforzo per muovermi da questo divano…da qui posso osservare il mondo e vederne l’inutile moto. Odio questo mio stato. Ma posso sognare……prendere e uscire…..e come il VENDICATORE E IL SUO PASSEGGERO OSCURO iniziare a FALCIARE ogni cosa o persona che mi ha irritato, offeso, stancato o solo perché INUTILE INUTILE INUTILE INUTILE. Devo assolutamente girare questo film….è già nella mia testa.

Seduta sulla sponda vedo scorrere il fiume….dentro galleggiano i cadaveri di tutti quelli che mi hanno fatto del male. Ho atteso a lungo questo momento….ma tutto prima o poi torna indietro. Se hai fatto soffrire…anche tu soffrirai. I tuoi figli soffriranno. I figli dei tuoi figli soffriranno. Ricordatelo…nella tua prossima vita.Evita di fare del male a qualcuno..perchè tutto torna indietro…sotto diverse forme. Per adesso ti guardo galleggiare nel fiume….

“LA PANDEMIA”

Era il marzo 2020,Quando nel mondo scoppiò una pandemia virale.Milioni furono i decessi.Ci chiudemmo tutti in casa, con scorte di viveri, come topi nelle tane.Il lavoro non esisteva più.Solo i sanitari continuarono a lavorare. In molti casi a rimetterci la vita.Gli stati del mondo impazzirono, l’economia crollò.Stavamo per essere puniti.Tutti. Senza distinzioni di colore, di ricchezzaContinua a leggere ““LA PANDEMIA””